Menu

Attenzione: sfogarsi on line è reato!

Top of the Tips
Categories
  • Nessuna categoria

Amiche carissime attenzione agli sfoghi sui social: in alcuni casi può essere molto ma molto pericoloso eccedere.

Il nuovo post di DANIELA BARDONI vi suggerisce prudenza anche nei social. Leggetelo in un fiato.

SFOGARSI ONLINE CONTRO L’EX MARITO PUO’ CONFIGURARE UN REATO

La Cassazione con sentenza n. 6352/17 (sez. v penale) ha condannato una donna per diffamazione per aver offeso la reputazione dell’ex marito pubblicando su internet (considerato un mezzo di pubblicità) un messaggio in cui descriveva le proprie vicissitudini matrimoniali. Nel messaggio in questione l’imputata aveva descritto l’ex come un “musicista, docente di scuola media e maestro” e l’aveva così reso ancor più riconoscibile, essendo peraltro, egli, l’unico ex marito della medesima. Il sito era accessibile da chiunque, tanto che ne aveva avuto diretta conoscenza anche la nuova moglie del querelante. L’autrice del messaggio era stata individuata dal nome, dall’indirizzo e dal recapito telefonico dell’imputata e dalle dettagliate e riconoscibili vicende narrate in relazione al rapporto coniugale intercorso fra la donna e l’ex marito.

SPIARE IL PARTNER SU FACEBOOK E’ REATO

Spiare il partner sui social come Facebook è considerata dalla legge un’azione illegale. L’art. 615 ter c.p. punisce espressamente : chiunque abusivamente si introduce in un sistema informatico o telematico protetto da misure di sicurezza ovvero vi si mantiene contro la volontà espressa o tacita di chi ha il diritto di escluderlo”. Ai sensi della menzionata disposizione si rischia la reclusione.

PEDINARE LA EX É STALKING

La Cassazione con una recentissima (sentenza n. 8362/17) ha ribadito che pedinare e minacciare la ex moglie raffigura il reato di stalking. Le minacce e le vessazioni subite dalla donna per circa un anno, con continui pedinamenti, appostamenti nei pressi del luogo di lavoro e le reiterate minacce di morte, fonti “di continuo stato d’ansia e di timore per l’incolumità propria e dei familiari”, tolgono ogni dubbio sullo stalking.

Daniela Bardoni

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!