Menu

Montesa: Jules Verne l’avrebbe disegnata così

Wheels
Categories
  • Nessuna categoria

La moto di Jules Verne

” … un faro tondo come un occhio di lucertola con la palpebra gialla, un manubrio a forcella come le antenne di uno scarafaggio, i parafanghi traslucidi come la corazza di uno scarabeo e il marchio in lettere gotiche un po’ dovunque, senza apparente ordine. Il motore è il pezzo forte: un motore che esteticamente non trova rivali … “

Se Ventimila Leghe Sotto i Mari fosse stato pensato per il desertoVerne avesse avuto la stessa grande passione per la meccanica e le competizioni di Pere Permanyer Puigjaner e Francisco Bultò, al posto del Nautilus ci sarebbe la Montesa.

Montesa negli anni ’70 diventò leader mondiale nelle moto da trial. Ancora oggi ne detiene lo scettro. Il modello enduro insieme al modello cross, rappresentò un felice tentativo di intraprendere una disciplina diversa.

Con questa foto immortaliamo il primo enduro, 1974, primo di una serie che continuerà diversi anni.

La moto è un perfetto conservato, con targa originale e documenti dell’epoca. Il restauro conservativo è stato curato da Italcrossmoto di Poggio Mirteto (RI).

Chic&Dirty

 

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!