Menu

Pronti Partenza Via! Nel 2017 innovo, rinnovo e mi ritrovo

Beauty&Wellness, Top of the Tips
Categories
  • Nessuna categoria

Riscopro giorno per giorno il mio lavoro. L’ho affrontato da sempre considerandolo da una prospettiva insolita, e sono sempre più  convinta che essere un Personal Trainer sia molto di più e diverso dall’essere un allenatore del fisico.

L’allenamento trova la sua essenza nella risposta che un SISTEMA da per affrontare con sempre più efficacia, forza e consapevolezza, uno stimolo allenante; é un pó come uno stress, continuativo, misurato e appropriato (se programmato ad-personam), che ci stimola a sfidare noi stessi e a trovare una SOLUZIONE di ADATTAMENTO migliorativa della condizione di partenza. E si trova, statene certi! L’uomo é una macchina infallibile nel plasmare nuovi equilibri e nel sopravvivere migliorandosi.

Allora faccio alcune considerazioni come spunto per il nuovo anno:

1 Non é una questione di ETÀ, ho visto donne e uomini di 50/60/70 anni rifiorire, prima nelle intenzioni e poi nei risultati. Certo l’età che avanza ci renderebbe più rigidi (e uso il condizionale non a caso); contrastarla e invertire il senso di marcia si può e si deve fare perché di vita ne abbiamo 1 (almeno questo é il dato scientifico!)

2 Allenare il fisico con i giusti stimoli non può che giovarci, principalmente nell’ANIMO e nell‘INTELLETTO. Usciamo dalla nostra “zona di confort”, soprattutto se si tratta del divano di casa o della sedia davanti al pc, e ritroviamo nuovi equilibri psicofisici, amplierà le nostre vedute prima ancora di realizzare i miglioramenti della salute. É scientificamente provato che l’esercizio fisico programmato, anche breve, attiva zone del cervello altrimenti assopite e produce sostanze chimiche dotate di una potente attività analgesica ed eccitante. 

Quindi allena il fisico per allenare la mente.
3 Il ritmo di vita odierno é estremamente estenuante e il cambiamento e l’INNOVAZIONE lo caratterizzano fortemente. Cambia e si innova tutto: le modalità di lavoro, la tecnologia, i supporti, la comunicazione, le relazioni. Il tempo che passa non é da affrontare rimanendo ancorati al passato, ma usandone l’esperienza per continuare a guardare al futuro con elasticità e curiosità.
Partiamo da noi stessi, MUOVIAMOCI, non regrediamo, ma conserviamo e curiamo le nostre propensioni, talenti e capacità.
Il nostro corpo é fatto per muoversi, scappare, raccogliere, cacciare, correre, arrampicarsi, rotolare. É fatto per mangiare naturale, non industriale.

Quindi innova te stesso ritrovando, anche a piccoli passi, le tue radici.

4 Il tempo che passa non é una condanna, é un’opportunità! più tempo abbiamo a disposizione più coltiviamo chances di successo nel costruire la nostra salute e la nostra felicità.

Quindi non esiste la scusa che “ormai é tardi”, che “vorrei ma non posso più”, che sono condannato a “degenerare”!
Buon 2017 a tutti, belli e brutti!
 

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!